E no che non m’annoio

Potrà sembrare triste questo periodo dell’anno, tutto nebbioline e nostalgie marittime, col primo freddo che entra nelle ossa e le giornate lunghe e buie. In realtà è bene approfittarne e scongiurare ogni malinconia circondandosi di cose belle. Si possono prendere treni e visitare città, passare le domeniche davanti al camino, magari in un agriturismo caldo e accogliente. Mangiare le castagne, pianificare viaggi. Oppure si possono visitare mostre d’arte, che in autunno non mancano; anzi, sono così tante che non si sa da dove cominciare!
Io ho fatto una selezione personale di esposizioni per me imperdibili.
Eccola qua:

Picasso tra cubismo e classicismo: 1915 – 1925
Roma – Scuderie del Quirinale fino al 21 gennaio 2018

Monet
Roma – Complesso del Vittoriano fino all’11 febbraio 2018

Picasso – Capolavori dal Museo Picasso, Parigi
Genova – Palazzo Ducale fino al 6 maggio 2018

Mirò! Sogno e Colore
Torino – Palazzo Chiablese fino al 14 gennaio 2018

Peter Lindberg – A different vision of fashion photography
Torino – Reggia di Venaria Reale fino al 7 gennaio 2018

Niki de Saint Phalle 
Torino – MEF fino al 14 gennaio 2018

Elliott Erwitt – Personae 
Forlì – Musei San Domenico fino al 7 gennaio 2018

Pubblicità!
Mamiano di Traversetolo (Parma) – Fondazione Magnani Rocca fino al 10 dicembre 2017

Chagall – Sogno di una notte d’estate
Milano – Museo della Permanente fino al 28 gennaio 2018

Nel segno di Manara
Bologna – Palazzo Pallavicini fino al 21 gennaio 2018

Revolutija – Da Chagall a Malevich, da Repin a Kandinsky
Bologna – Mambo dal 12 dicembre 2017 al 13 maggio 2018

L’immagine è di Elliott Erwitt – Spain, Madrid, 1995 Prado Museum

You May Also Like

Quattro giorni a Budapest

Cose da fare a Parma in Novembre

Back to the City con Abiby: la beauty box per sopravvivere all’autunno

Prodotti acne

Ciao Acne! Primo mese di terapia

7 thoughts on “E no che non m’annoio”

  1. Concordo: ieri sono andata a Reggio Emilia alla mostra Da Kandinskij a Cage. Continuo a percepire l’astrattismo molto distante da me, ma la sezione di Cage e il legame con la musica e il wagnerismo è molto interessante. Se ti capita, passaci. Potrebbe piacerti ❤

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *